SHaReD - BANDO PER LA SELEZIONE DI IMPRESE E STARTUP

PREVENIRE, PREVEDERE, PIANIFICARE: UN PREMIO ALLE STARTUP CHE STUDIANO I GRANDI RISCHI

Fondazione Pesenti e Speed MI Up sostengono le nuove imprese impegnate nella gestione delle emergenze.

Inondazioni, frane, eruzioni vulcaniche, terremoti, incendi, siccità sono eventi sempre più frequenti e catastrofici. Mettono a rischio la vita delle persone e impongono costi economici e sociali pesanti alle comunità colpite. Fondazione Pesenti, strumento per la promozione e la diffusione di una cultura dell’innovazione capace di creare un impatto positivo a livello sociale, ambientale e culturale, ha lanciato un bando dedicato alle startup innovative nel campo della gestione dei grandi rischi. I tre progetti migliori verranno premiati con sei mesi di incubazione gratuita presso Speed MI Up.

Il progetto si chiama SHaReD, ovvero “Social Hazards Resilience in Disaster”, ed è frutto del lavoro congiunto di Fondazione Pesenti, Università Bocconi e Politecnico di Milano. Ha lo scopo di facilitare la nascita e lo sviluppo di startup innovative nel campo della gestione di eventi sismici, vulcanici, eolici (uragani, tornado, tifoni), idraulici (inondazioni), idrogeologici (frane), siccità, incendi. Le startup dovranno proporre nuove idee in termini sia di previsione, prevenzione e gestione dell’emergenza, sia di assistenza post emergenza Il termine “resilienza” (la “R” contenuta nel nome del progetto) indica la capacità di un sistema di adattarsi al cambiamento. Nel campo dei grandi rischi il concetto si traduce in modalità creative di collaborazione volte alla prevenzione e alla gestione delle calamità, all’introduzione di nuove tecnologie di previsione, comunicazione, gestione e interpretazione di big data secondo la formula delle tre P: prevenire, prevedere, pianificare. Il bando mette a disposizione un massimo di tre posti all’interno di Speed MI Up e copre i costi di sei mesi di incubazione. Le domande devono essere presentate sul sito fondazionepesenti.speedmiup.it dal 12 novembre 2018 al 7 gennaio 2019. Il bando è rivolto ad aspiranti imprenditori e micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o operativa a Milano e provincia oppure disposte a spostarla a Milano entro tre mesi dall’inizio del processo di incubazione previsto nel febbraio 2019.

Registrati subito

La Fondazione Pesenti

La Fondazione Pesenti si propone oggi come strumento per la promozione e la diffusione di una cultura dell’innovazione intesa come sviluppo di idee, progetti e azioni capaci di creare un impatto positivo a livello sociale,ambientale e culturale. La Fondazione sviluppa moderne forme d’interazione tra settore pubblico, settore privato for‐profit e no‐profit, con l’ideazione di soluzioni sostenibili che vadano incontro alle principali sfide sociali. Le nuove aree di focalizzazione – accanto al tradizionale interesse per la tutela del patrimonio storico‐artistico nazionale, i programmi scientifico‐formativi, i convegni e le pubblicazioni divulgativi, i progetti umanitari e di solidarietà sociale – sono finalizzate a promuovere e sostenere iniziative con un impatto positivo nella creazione di nuove imprese di rilevante contenuto sociale sviluppate soprattutto dalle nuove generazioni. La Fondazione, che non ha fini di lucro, ha lo scopo di intraprendere e promuovere l’istruzione e la ricerca scientifica con particolare attenzione alla sostenibilità dello sviluppo economico e sociale delle imprese,compatibile con l’ottimizzazione dell’uso delle risorse e con la crescita etica, sociale e culturale delle comunità connesse; può intraprendere e promuovere interventi umanitari a sostegno delle popolazioni colpite da calamità naturali o richiesti da altre particolari situazioni di emergenza. Proprio in questo ambito la Fondazione Pesenti lancia il presente bando alla ricerca di nuove idee nel campo della gestione dei grandi rischi (terremoti, dissesti idrogeologico, alluvioni, incendi, ecc.) sia in termini di previsione, prevenzione, gestione dell’emergenza e assistenza post-emergenza.

Registrati subito

Il progetto SHaReD

SHaReD è l’acronimo di Social Hazards Resilience in Disasters ed è il frutto del lavoro congiunto di Fondazione Pesenti, Università Bocconi e Politecnico di Milano. Se la Resilienza è la capacità di un Sistema di adattarsi al cambiamento, il risk management è la “capacità intrinseca di un Sistema di modificare il proprio funzionamento prima, durante e in seguito ad un cambiamento o ad una perturbazione, in modo da poter continuare le operazioni necessarie sia in condizioni previste che in condizioni impreviste”.

Nel caso della Resilience questo si traduce in nuovi modi, creativi, di mutua collaborazione alla prevenzione e alla gestione delle calamità, all’introduzione di nuove tecnologie di previsione e comunicazione/gestione di big data e loro corretta interpretazione (deep learning) e alla presenza di regole del gioco che permettano alla rete di attivarsi e funzionare. La formula con cui questi temi possono attivarsi è 3P: Prevenire, Prevedere, Pianificare. Il progetto SHaReD – Social Hazards Resilience in Disaster nasce dalla considerazione che ogni rischio di tipo naturale, ogni calamità che possa colpire le città o le infrastrutture abitate dall’uomo, si trasforma immediatamente in un rischio Sociale e in pesanti costi che colpiscono le nostre comunità. Resilienza è capacità di resistere adattandosi, in maniera anche darwiniana, al cambiamento e di riattivarsi nonostante tutto. In Europa (ma il discorso potrebbe essere scalato sull’intero pianeta) è evidente l’alternarsi geografico, che segue statistiche e combinazioni tipiche della teoria dei grandi numeri, di fenomeni disastrosi di diversa entità:

  • Sismici
  • Vulcanici
  • Eolici (Uragani, Tornado, Tifoni)
  • Idraulici (inondazioni)
  • Idrogeologici (Frane)
  • Siccità
  • Incendi